Giornata di blogging sulla scuola italiana

Mi sto dannando perchè – tanto per cambiare – non avrò mai il tempo di leggerli tutti. E guarda un po’, il primo che ho letto parla proprio di questo: tempo.

Sto parlando della Giornata di blogging sulla scuola italiana. Giornata a cui mi sarebbe piaciuto partecipare con un post ad hoc. E invece niente. Ora che ci penso, ho dalla mia lo spettro completo delle esperienze che si possono fare nella scuola pubblica. 1.Studente, (periodo fin troppo lungo e indescrivibile), 2.insegnante (periodo breve ma intenso) e 3.genitore (se la prima era indescrivibile figuriamoci questa qui). Quindi bè, giornata o non giornata penso proprio che tornerò a scrivere sull’argomento. Quantomeno per mettere nero su bianco i dubbi che mi stanno attanagliando ora che la (mia) scuola è finita, l’insegnamento (credo) pure e il punto 3 – argh – è appena iniziato.

Quindi?

Quindi me la cavo con un repost. Un po’ truffaldina come strategia, lo so. Ma visto che era uno di quelli che avrei pescato lo stesso dal vecchio blog, tanto vale farlo oggi. Così, per poter dire io c’ero. Racconta uno dei primissimi giorni di scuola di mio figlio. Sono passati appena sei mesi ma – a pensare a quante nuove domande e quante scoperte e quante scelte ci sono piombate in casa da quel giorno – sembra un’eternità. Quel genere di eternità che magari proverò a descrivere, nei prossimi post sulla scuola.

«Allora Leo, adesso papà va al lavor-GUARDAHOICALZINIDIDRAGONBALL!… ssseh. Dicevo, Leo, papà adesso ti saluta e va al-GUARDAGUARDAHOBENTEN!… oookay. Insomma Leo, dopo viene mamma a prender-GUARDAGUARDAHOLACINTACHESIAPRECOIBAKUGAN!… Ehm. Leo, come si chiama questo bambino?»

«Daniele»

«Ok, Daniele, per favore, puoi-GUARDAHOLAMAGLIETTADISPIDERMAN!

DANIELE, IO HO TUTTA UNA SERIE DI SUPERPOTERI CHE NON STO QUI A DIRTI E HO UNA DELOREAN CHE PENDE DAL SOFFITTO DI CASA E HO UNO DEI CENTO ESEMPLARI DI BOTTIGLIE DI SAKE DISEGNATE DA RUMIKO TAKAHASHI E HO IL CAPPELLO DI ARALE MA SE POSSO DARTI UN CONSIGLIO CERCA DI TENERE UN BASSO PROFILO ALTRIMENTI MAJIN BU, GLI ALIENI E VENOM TI STANERANNO IN FRETTA E A QUEL PUNTO NÉ. IO NÉ LEO POTREMO AIUTARTI CON LA NOSTRA BARRIERA ENERGETICA, INTESI? Ciao Leo, a dopo»

«Ciao papà».

Annunci

Informazioni su thomasmagnum

italic, irregular, bald.™

  1. Gio

    Avevo riso di gusto già la prima volta che lo lessi…
    grazie again.

Say what?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...